Di sushi, telepatia e maionese

Cucinare è bello, ma certi piatti che non sappiamo / non abbiamo voglia di preparare a casa preferiamo mangiarli al ristorante. Ne è un esempio il sushi, anche se a breve vedremo come non sia difficile farlo a casa. L’offerta di sushi, oggi, si è decuplicata, molti locali ce ne lasciano mangiare fino all’arresto cardiaco anche con soli 10,00 € (incluso il contributo…

via Di sushi, telepatia e maionese —

Come l’uomo può riconoscere l’amore a tavola

Questo non sarà un post del tipo “Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene se non si è mangiato bene“. No. Questa citazione di Virginia Woolf ha fatto più morti dell’influenza spagnola, quindi lasciamola stare. Il fatto è che a tavola si capiscono tante cose sulle possibilità di un futuro insieme. Un po’ […]

via Come l’uomo può riconoscere l’amore a tavola — Tantipensieri

Caro uomo, ti chiedo scusa.

Il supermercato è affollato come sempre. Mamme, papà, bambini, nonni, ragazzi intenti a cercare sugli scaffali il necessario per il pranzo, la cena, un aperitivo tra amici.

Un uomo è in piedi davanti al banco frigo riservato ai prodotti confezionati. In Francia la scelta è ampia e con meno di 1,50 € si possono comprare tre tramezzini farciti di tutto punto che in compenso quelli degli autogrill italiani sembrano le razioni K della II Guerra Mondiale.

L’uomo guarda i prodotti disposti ordinatamente in file colorate. Ha l’aria di non cercare qualcosa in particolare, non sembra interessato al tipo di prodotto. Lo guardo e non so nemmeno perché. Indossa una semplice felpa, dei pantaloni e scarpe da montagna e sulle spalle ha uno zaino. Nei posti in cui si vive la montagna vera, non quella fatta solo di aperitivi in baita, nessuno fa caso a come ti vesti. Ed infatti non è il suo abbigliamento ad avermi colpito. Solo in un secondo momento capirò che ciò che avevo notato era lo sguardo.200019237-001

Continua a leggere “Caro uomo, ti chiedo scusa.”

Rollè di filetto di manzo con verdure in salsa di birra Framboise fatta in casa.

Un tempo, quando vivevo da solo, mi trovavo spesso ad affrontare il piacevole problema di svuotare il frigorifero e trovare una ricetta che mi permettesse di farlo. Recentemente mi sono trovato in una situazione simile: cercare di smaltire degli avanzi di verdure e contemporaneamente capire come impiegare delle bottiglie di Framboise fatta in casa con circa 4 anni di età. Ed ecco che è nato questo piatto: rollè di filetto di manzo con verdure in salsa di birra Framboise.

20160718_230640[1] Continua a leggere “Rollè di filetto di manzo con verdure in salsa di birra Framboise fatta in casa.”

Outcast per i fifoni

Finalmente abbiamo visto la puntata pilota di Outcast. L’attesa, per gli amanti del genere, era tanta e la reazione generale è stata abbastanza positiva. Certo, c’è chi l’ha visto in maniera sfrontata e chi forzandosi un po’ a vincere qualche timore. Io, ad esempio, dopo la puntata ho acceso la luce per andare a prendere l’acqua in cucina 🙂

Ed allora ecco qui la prima puntata di Outcast per i fifoni, perché magari cercando di reinterpretare in chiave più o meno ironica ciò che ci fa paura riusciamo a vincere le nostre paure. O almeno, io in questo modo, anni fa, sono riuscito a vedere L’Esorcista.

Outcast blog

Continua a leggere “Outcast per i fifoni”

Di cornetto e cornuti

Io sono cresciuto (anche in larghezza) mangiando il cornetto Algida, o meglio divorando la cialda di cioccolato e nocciole e sopportando la panna grazie al cono nell’attesa del finale cioccolatoso. Che godimento.

Purtroppo, mi sa che questo rapporto amoroso si interromperà visto che l’Algida sembra essere passata dall’occuparsi di cornetti al pagare i cornuti. 

cornetto-620x264


Continua a leggere “Di cornetto e cornuti”