Renzi: vogliono farlo fuori con la burocrazia


Giuro, io vorrei parlare anche di altre cose e non solo di politica, ma quello che succede in questi giorni non può non essere commentato. E tanto stanno facendo a sinistra che alla fine uno per forza prende Renzi in simpatia. 

Cosa penso di Renzi l’ho già detto, ma quello che sta succedendo in queste ore me lo rende ancora più simpatico.

Succede che per una pubblicità fatta sulla carta stampata e che invita solo ad andare a votare (non a “votare per Renzi”, ma a “votare”!) gli altri 4 amici al bar (Bersani, Vendola, Tabacci, Puppato) hanno presentato un esposto ai garanti contro di lui per “palese violazione del codice di comportamento dei candidati e dei principi regolamentari” (Fonte TgCOM24).

Perché mi sta simpatico?

Intanto perché gente che ha preso l’1,4% (Tabacci) o il 2,6% (Puppato) e quindi non è neanche in grado di poter partecipare ai giochi delle alleanze dovrebbe fare a tutti la cortesia di tacere.

Poi perché il rappresentante di Bersani, come si legge anche nell’articolo, è Fontanelli, mio ex Sindaco a Pisa, una delle persone più legate alla vecchia classe politica che ci possano essere. Guarda caso, un ex sindaco di pisa cerca di fare le scarpe al Sindaco di Firenze. Questa è sì una casualità ma almeno fa sorridere.

Ma, in realtà, il motivo per cui Renzi mi sta sempre più simpatico è un altro: perché Matteo (mi perdonerà se mi prendo la libertà di chiamarlo per nome), per quanto quasi sicuramente destinato alla sconfitta domenica prossima, è un personaggio scomodo per chi appartiene e vuole appartenere alla vecchia guardia ed allora lo si vuol fare (politicamente) fuori. Ma non lo si fa con i programmi, con i dibattiti, con gli scontri frontali. Non lo si fa con la politica, bensì con la burocrazia. Ed è questa la cosa che ritengo inaccettabile.

Ha violato il codice di comportamento? Ok, ma è stato votato da più di un milione di persone, contro gli 80.000 circa della Puppato ed i 44.000 scarsi di Tabacci.

Vogliamo fottercene altamente della volontà di tutti questi elettori per un regolamento interno?

Lo so, i regolamenti vanno rispettati, ma cazzo, non stiamo parlando di una persona non candidabile per associazione mafiosa, ma di una benedettissima pubblicità fatta dalla Fondazione Big Bang di Renzi. Una pubblicità non ad personam.

Forse non ci sono altri modi per cercare di farlo fuori dalla corsa alla candidatura a Premier? La pochezza della sinistra italiana è tale che bisogna scartabellare i regolamenti alla ricerca di cavilli tecnici per togliere di mezzo un candidato che il 35,5% dei votanti ha deciso di sostenere?

E dico tutto questo da persona che mai nella sua vita ha votato a sinistra. Perché non si tratta di appartenere ad uno schieramento politico o all’altro, bensì di salvare quel poco di credibilità che è rimasta alla classe politica attuale.

La politica si fa con i fatti, con i programmi, con le idee. Non con i burocrati.

E a questo punto FORZA RENZI!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...