“Compro/vendo casa disperatamente”: ci pensa Paola Marella


In attesa che i saggi facciano il loro dovere e che il nuovo Presidente della Repubblica, cioè il Mago Galbusera, venga nominato, ho pensato di scrivere qualcosa su un mio vecchio pallino, che mi è tornato in mente grazie ad un commento fatto ieri su un post di qualche tempo fa (grazie Selina!).

Il mio vecchio pallino ha un nome ed un cognome: Paola Marella.

“Ma cos’è Paola Marella?”, chiederebbe mio figlio nella curiosità tipica della sua età. “E chi cazz’è?”, chiederebbe il mio amico Sergio, replicando la domanda già posta durante la celebrazione del mio matrimonio al sentire nominare Santa Beretta Molla.

Paola Marella (Fonte: www.mentelocale.it)

Paola Marella
(www.mentelocale.it)

Paola Marella è un architetto che fa l’agente immobiliare e che, complice anche un certo fascino, dal 2006 è diventata nota come conduttrice del programma televisivo Cerco casa disperatamente, trasmesso su… rullo di tamburi… (indovinate) Real Time (bravi, avete indovinato!).

In pratica, una famiglia definisce il tipo di abitazione che cerca ed un budget di spesa: poi la Marella ed il suo fido collega architetto, interior designer, esterior designer, designer di designer, ecc ecc, se ne fregano altamente e fanno un po’ come pare a loro.

Che so, il vostro budget è di 800.000 €? Loro vi fanno vedere una casa da 1.000.000 €, dicendo che “…è un po’ al di là del budget ma ne valeva la pena”. Sì, lo so, alcuni mi diranno che è normale, perché più alto è il prezzo di vendita maggiori sono le provvigioni per chi vende, ma a casa mia il 20% in più non è proprio una bazzecola ed inoltre ai possibili compratori vengono mostrate solo tre possibilità, quindi non è che ci sia da folleggiare.

Come avrete intuito non è un programma al quale partecipano molti operai, ma il prezzo non è l’unica cosa che i conduttori tengono relativamente in considerazione. Ricordo ancora la puntata in cui marito e moglie con due figli di circa 16-17 anni cercavano casa in località sciistica ed una delle possibilità offerte è stato un appartamento minuscolo, con due posti letto, ma che andava visto perché aveva un bagno con una bellissima vasca. Per fortuna della Marella la famiglia non era livornese, altrimenti i ciuffi bianchi glieli avrebbero fatti diventare multicolor.

Comunque, il programma di per sé è simpatico, anche grazie alla recitazione da oscar di conduttori e compratori (naturali come degli OGM). Peccato solo per l’irritante persistere della Marella nell’indicare le superfici in “metri” anziché in metri quadrati.

Dal 2009, però, è nato anche un nuovo programma, Vendo casa disperatamente, perché d’altra parte se c’è chi compra c’è anche chi vende. Però in questo caso il target è un po’ diverso: non più ville faraoniche e appartamenti ultramoderni con domotica anche nel bidet, ma normali appartamenti in attesa di essere venduti. O smaltiti, viste le condizioni di alcuni.

Ed il programma regala davvero delle chicche.

Che so, il venditore di turno dice “Ho questo appartamento, che la mia famiglia ha messo in vendita da tre generazioni, ma non siamo mai riusciti a trovare un compratore”. Chissà come mai… eppure la fogna a cielo aperto nel soggiorno si intona perfettamente con le pareti color nocciola. E le mattonelle in finto marmo anni ’50 (non “ispirate” ma “risalenti” a quegli anni) sono ancora integre (una ogni tre).

Il povero venditore si preoccupa un po’ durante il sopralluogo, perché dalla borsa della Marella fa capolino la siringa per l’antitetanica ed il fido architetto si muove facendo attenzione a non sfiorare le pareti, perché a lui i funghi non piacciono. 

Ma… su col morale, caro venditore! Non tutto è perduto! C’è Paola Marella che è pronta ad intervenire.

E come interviene? Salvo alcune eccezioni in cui viene rifatto il bagno, il massimo che ci si concede è una parete in cartongesso, una pitturatina alle pareti ed un cambio di lenzuola in camera da letto. In pratica, il principale strumento di lavoro è il pantone.

E dopo l’intervento le cose cambiano, fuori dalla porta si forma la fila! Non ci credete? Pensate che con questi piccoli ritocchi non si possa trasformare un tugurio stile prigione indiana in un vero e proprio nido d’amore? Vero è che anche lo scarabeo stercorario ha un nido d’amore…

Invece vi assicuro che, alla fine, quando vengono mostrate le immagini di prima e dopo l’intervento, la differenza si nota, eccome. E non fate i malpensanti, tutti lì a dire che le foto del prima sono fatte in giorni di pioggia, a luci spente, dopo aver conservato la spazzatura in casa per due mesi, mentre quelle del dopo sono fatte trasferendo la casa ai Caraibi e riempiendola di fotomodelle in topless. No, no, qui c’è della bravura!

Non ci credete? Allora giudicate voi:

 Ecco come "vendo casa disperatamente" può aiutarvi!


Ecco come “Vendo casa disperatamente” può aiutarvi!

Visto? Avete notato come dopo l’intervento di Paola Marella e del suo staff il maligno non infesta più la vostra abitazione? Avete visto che anche il saluto di Hitler viene sostituito da uno splendido arcobaleno? E che dire dei cigni che nuotano indisturbati laddove fino a qualche settimana prima ardevano le fiamme?  

Non c’è che dire, quelli di Vendo casa disperatamente sono un mix tra Renzo Piano ed i Ghostbusters! Cosa volete di più dalla vita?

Adesso non ditemi che voi che avete un appartamento che non si vende neanche a regalarlo non avete voglia di chiamarli!

E soprattutto, non ditemi come vorreste chiamarli. Che beccarsi una denuncia è un attimo 🙂

Alla prossima puntata!!!

Annunci

4 pensieri riguardo ““Compro/vendo casa disperatamente”: ci pensa Paola Marella

  1. io voglio contattarli perchè non riesco a vendere la mia casa la mia mail è catapanico@libero.it vivo a Valmontone provincia di roma e si tratta di un appartamento in villa di 110 mq tutto completamente ristrutturato come devo fare per contattare la signora Paola Marella.

    Mi piace

  2. Un vero piacere leggere i tuoi articoli caro Lello.
    Riporti alla realtà molte situazioni, o meglio riporti alla razionalità.
    Io ho cambiato molti lavori nella mia vita, perché guardo il futuro e gli altri con introspezione.
    Il mio essere un’eclettica-romantica, mi porta a pormi delle domande sul senso delle mie azioni e delle mie ambizioni. Alla fine quando un lavoro perde la sua poesia e diventa spregiudicata avidità e desiderio di appagare un bisogno sempre superiore per far godere il proprio ego, ecco cambio.
    E questi continui cambiamenti mi hanno aperto una finestra sul mondo: quello delle persone semplici che non si fanno abbagliare da facili traguardi e dal primo pifferaio magico.
    Sono felice di aver incontrato il tuo blog facendo una ricerca su google e più di ogni altra cosa, sono contenta che abbiamo avuto la possibilità, almeno virtualmete di conoscerci.
    Un caro saluto
    Selina

    Mi piace

    1. Cara Selina,
      sei troppo buona 🙂
      Fondamentalmente a me piace poter scherzare un po’ su tutto e appena posso lo faccio. Purtroppo non sempre riesco a trovare un lato che almeno a me sembra ironico, ma d’altra parte non si può sempre parlare solo di cose di poco conto.
      In effetti siamo di fronte ad una esaltazione dell’inutile, alla glorificazione dell’assurdo ed all’esaltazione del costruito ad arte.
      Se prendiamo la televisione è difficile, se non impossibile, trovare qualcosa di genuino, ma in quel caso posso capirlo, perché lo scopo è fare uno show. Sono finiti i tempi in cui la tv poteva educare, adesso per educare bisogna non guardare la tv. Dipende, poi, tutto da come si guarda un programma e da cosa ci si aspetta: io da programmi come quelli di Real Time non mi aspetto nulla se non un intrattenimento. li critico perché non si può non farlo, ma sotto sotto mi piacciono 🙂
      E poi adesso so come fare se un giorno dovessi vendere casa 😉

      Buon week end!
      Lello

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...