10 luoghi comuni sugli Stati Uniti e gli americani


Terza puntata di questa inchiesta mirata a smascherare le malignità più perfide del pianeta. Dopo Italia e Russia, è la volta degli Stati Uniti, bersaglio preferito di molti nel mondo quasi come Berlusconi in Italia. 

USA-American-Flag-Wallpapers

Diciamo le cose come stanno, iniziando col dirvi che non è assolutamente vero che:

1) Gli USA vogliono fare gli sceriffi del mondo. Cominciamo col dire una cosa: se il mito del Far West negli USA era John Wayne, pensate che uno sceriffo panzone di quella fatta possa spaventare realmente qualcuno? Detto questo, che gli americani vogliano un po’ fare gli arbitri delle questioni internazionali è abbastanza evidente, ma è anche un atteggiamento che mi sento di giustificare. Ma scusate, gli americani hanno salvato il mondo dai Visitors e dagli alieni di Independence Day, hanno evitato cataclismi apocalittici mandando astronauti su meteoriti fuori controllo in Deep Impact Armageddon ed hanno messo a nostra disposizione i Fantastici 4, gli AvengersBatman, Superman Spiderman. Allora fatemi capire: chi altro dovrebbe risolvere i problemi nel mondo? La Bonino?

2) Chiunque in america può comprare un’arma. Non è vero! In realtà, nessuno negli Stati Uniti compra armi. Questo perché le pistole vengono date come gadget nelle confezioni giganti di patatine, mentre i fucili si possono ottenere con le raccolte punti di supermercati e distributori di benzina. Nell’uovo di Pasqua, invece, una sorpresa su cinque è un mitra.

3) Quando vengono in Italia gli americani mangiano la pasta insieme all’insalata. Falso! In realtà mangiano l’insalata insieme alla pasta. Bisogna essere giusti!

4) Barak Obama è il primo presidente nero degli Stati Uniti. Falso. Barak non è nero, è più una sfumatura di marrone.

5) Se non hai l’assicurazione sanitaria negli USA puoi pure morireAltra falsità. Infatti se solo provi a morire senza assicurazione fanno un mazzo così ai tuoi eredi. Altro che Equitalia…

6) Gli americani sono degli ignorantoni. A parte il fatto che se prendiamo ad esempio i giocatori della NBA sono sicuramente più in grado di parlare la loro lingua rispetto a quello che sa fare la maggior parte dei calciatori italiani, non capisco proprio perché mettere in giro queste maldicenze. Va beh, quando girano un filmone lo modificano un po’, come è successo con Troy che non c’entra una mazza con il poema. Però vuoi mettere che colpo di scena quando Capitan America accorre in aiuto dei troiani e convince Achille alla ritirata sconfiggendolo in una gara di rutti? Che poi voglio vedere quanti di voi conoscono veramente questa storia e possono giurare che le cose non siano andate così. Tzè…

7) In america la delinquenza è alle stelle (e non alle strisce…ahahahah che bella battuta). Ma… ma… mi meraviglio di voi! Voi che siete talmente acculturati che venite a dissetarvi in questo blog, sorgente di scienza, potete credere a tale fandonia? Ma non avete mai visto un film americano? Avete mai visto qualcuno uscire di casa e chiudere la porta a chiave? Avete mai visto qualcuno chiudere la portiera della macchina dopo averla parcheggiata? Provate a farlo voi qui in Italia e vedete cosa succede! Negli Stati Uniti, invece, non succede nulla. Si toccano solo le palle quando arriva Jessica Fletcher, alias La signora in giallo, perché vuol dire che metà della città sta per essere sterminata.

8) Gli americani inseguono il “sogno americano”. Ma daiiii, ma come si fa a credere a certe cose? Ma cosa sarebbe questo sogno americano? La possibilità per uno squattrinato qualsiasi di diventare miliardario o per un attore di serie B di diventare Presidente degli Stati Uniti? Sì, vabbè, ciao! Volete mettere con il “sogno italiano“? Da noi uno può fare il cantante sulle navi da crociera e diventare pluri-Presidente del Consiglio. Nel Paese più controllato dalla Chiesa si può avere la tessera del PCI in tasca per decenni e diventare Presidenti della Repubblica. E si può anche diventare Presidente del Consiglio senza neanche essere mai stati in Parlamento. Questo è il vero sogno. Anzi, l’incubo italiano.

9) Gli americani odiano i comunisti. Questo non è assolutamente vero. Si tratta di una leggenda causata da un errore banale nella preparazione delle confezioni di Risiko inviate negli Stati Uniti ad inizio secolo. Infatti, per un problema di stampa, quelle confezioni anziché contenere i consueti obiettivi ne avevano solo uno: distruggere le armate rosse. Ecco perché tutti hanno poi pensato che tra USA e comunisti non corresse buon sangue.

10) I servizi segreti americani ascoltano quello che dice il mondo intero. Niente di più fasullo. Me lo ha assicurato proprio un secondo fa un agente del controspionaggio che non appena ha letto quello che stavo scrivendo ci ha tenuto a rassicurarmi.

Bene, anche questa volta abbiamo debellato un bel po’ di ignoranza e di luoghi comuni. Vi sentite più colti? Più preparati? Più vicini a comprendere davvero lo spirito americano? Sono sicuro di sì 🙂

Annunci

Un pensiero riguardo “10 luoghi comuni sugli Stati Uniti e gli americani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...