Sono ricaduto nel vortice dei LEGO


Da piccolo passavo ore ogni giorno a costruire di tutto con i mattoncini LEGO che, insieme ai soldatini (quelli di plastica piccoli), sono stati il mio gioco preferito per anni.

Poi il vuoto, fino a quando, ormai divenuto padre, questi bellissimi e coloratissimi mattoncini sono tornati ad essere a portata di mano. E io sono caduto nel vortice!

Lego_ilpuntodilelloEsiste gioco più bello? No, non credo. Nessun gioco come questo (e come il Meccano) riesce a lasciar spazio alla fantasia dei bambini, alla loro voglia di creare. Anche se le confezioni in vendita oggi sono molto diverse da quelle che ci regalavano da piccoli. Io ricordo di aver posseduto il castello medievale giallo (percastello_lego_giallo_ilpuntodilelloché esisteva anche quello grigio) e con quei mattoncini ho potuto costruire di tutto, perché i pezzi usati erano quelli standard. Oggi, invece, se ti regalano un castello non hai alternativa, sono pezzi che puoi impiegare al 90% solo in quel contesto. E poi, diciamocelo, ci sono mille serie di cui si può fare a meno, come quelle dei vampiri o dei Ninja, che mi fanno abbastanza orrore.

Ma non usciamo dal seminato. Perché il problema non è quanto mio figlio impazzisca o meno per i LEGO: il problema sono IO

Tra Natale e Pasqua mio figlio ha iniziato a ricevere le confezioni di mattoncini misti per iniziare a familiarizzare con il gioco, ma al momento di usarli il vero utente finale sono io.  L’ho attirato con la scusa “Vuoi che papà ti costruisca una caserma per pompieri/polizia/vigili urbani/carabinieri/NAS/NOCS/GIS etc etc etc?“. Sottotitolo: “Tu VUOI che papà lo faccia vero? Non giocarti il motorino già adesso…“. Poi mi sono reso conto che mi servivano altri pezzi. E allora via a visitare il Lego Store di Londra con la lista della spesa. Per fortuna quel negozio non è neppure lontano parente del negozio di New York, altrimenti ci avrei lasciato una fortuna. Sono addirittura arrivato a scovare un sito olandese che, a prezzi da strozzino, ti vende qualsiasi tipo di pezzo sfuso, personaggi inclusi. Come forma di pagamento accettano anche reni e cornee.

Comunque, ad oggi lo stato dei lavori della caserma multiforze è quello che potete vedere:caserma_ilpuntodilello

Lo so, non è il massimo. Ma almeno c’è una prigione e ben due posti auto (di cui uno per un mezzo speciale di cui si intravede solo l’elica e che per la sua bellezza è stato ribattezzato “ruttino volante“).

Comunque, ieri, in un momento di presa di coscienza (il contributo spontaneo di mio figlio sono i fiori e l’albero sul tetto), ho chiamato il pupo, me lo sono messo sulle ginocchia e gli ho chiesto: “Senti, ma ti piace la caserma? Perché non ti ci vedo giocare spesso…“. “Sì, papà. Il ruttino volante mi piace e mi piace anche la moto della polizia“. “Ok, ma la caserma ti piace?“. “La caserma un po’ mi piace e un pochino no“. Che è l’equivalente di quando da piccolo mi facevano assaggiare qualcosa che non mi piaceva e io rispondevo “Sì, è buono. Ma mangialo tu“.

Con la morte nel cuore gli ho detto che, se vuole, può smontarla e costruire qualcosa che gli piaccia di più. Ma anche se lo facesse, quanto pensate che passerà prima che io ricominci a giocarci?

Perché arriva un momento in cui un padre deve ammettere che il gioco che compra NON è per il figlio, ma per se stesso 🙂

Adesso io vi chiedo se anche voi vi trovate o vi siete trovati in una situazione simile. Magari possiamo creare dei gruppi di sostegno! Io sono arrivato a dare una disponibilità di massima per un accordo con mia moglie: lei mi regala la casa LEGO dei Simpson ed io rinuncio a dire la mia sulla scelta del nome della figlia.

Poverina, non è neppure nata e io già me la vendo in cambio delle costruzioni… 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...