Se ho il blocco dello scrittore… sono uno scrittore?


Ok, ci sono. Sono pronto a tener fede al mio impegno e gettarmi nella scrittura del libro che desidero scrivere fin da quando ero bambino.

Snoopythinking

Mi sono sempre piaciuti quei film in cui si vede lo scrittore (spesso di successo) circondarsi di tutto ciò che gli occorre per mettersi all’opera e produrre l’ennesimo bestseller. Penso a quello stereotipo e mi chiedo se capiterà anche a me.

Vediamo un po’ come sono messo.

Grinta: ce l’ho! Sono carico come una molla! L’altro giorno sono andato a comprare il giornale e l’edicolante non ha neanche risposto al mio saluto. Farò in modo che quando il mio libro sarà arrivato alla n-esima ristampa e sarà in omaggio con Il Corriere della Sera o Repubblica (o, più probabilmente, Il gazzettino dello sfigato) a lui non sia dato di venderlo. Tzé.

Vista ispiratrice: ce l’ho! Alla grande! Posso guardare indifferentemente il Monte Bianco o il Brévent, mica cozze e fichi. In pratica ho una visuale come il grande Mike quando faceva la pubblicità della Grappa Bocchino. Quando vidi per la prima volta questo chalet il mio primo pensiero fu: sarà qui che verrò a scrivere. Salvo poi accorgermi di essere circondato da piante di lamponi e fragole di bosco che mi hanno distratto. Maledetta ingordigia…

892170_10151728614594150_1370233710_o

Superalcolico a disposizione: non ce l’ho. O meglio: non bevo superalcolici, non mi piacciono. Le scorte di vino e di birra sono praticamente illimitate ma… dai, siamo seri: in quale film, di fronte al classico blocco dello scrittore, l’attore si fa un Müller Thurgau o una Weiss? Volete mettere il confronto con il bicchiere di whisky o di bourbon? Per non parlare delle scene di isterismo quando il blocco non se ne va ed il bicchiere viene lanciato contro la parete. Adesso provo ad informarmi da mia moglie, ma penso di poter dare quasi per certo che se dovessi farlo io… diciamo che sarebbe un gesto non molto apprezzato.

whisky_e_sigaro_ilpuntodilello

Sigarette/sigaro: non ce l’ho. Eh no, non fumo. Fino ad oggi ho pensato che chi non fuma sia una persona odiosa, perché quando devi fare un regalo ti accorgi che se sei fortunato ed il destinatario è un fumatore hai mille opzioni in più. Ma oggi mi rendo conto che c’è dell’altro: come si fa a scrivere un libro senza fumare? Lasciando da parte Paul Sheldon di Misery non deve morire, che si concede una sigaretta quando finisce un libro, gli altri che fanno? Guardate Camilleri: nell’80% delle  foto lo vedete con la sigaretta in mano. No, no, così non va… passi per l’alcool, ma se non ho neanche la sigaretta tra le dita come le affronto le nevrosi da scrittura? Uffffffffff

MacBook: non ce l’ho. Certo, mi rendo conto che dovrei averlo. Quando intervistano registi, scrittori e gente simile sullo sfondo non vedo mica nulla di diverso dal logo Apple. Uffffffff… comincio a spazientirmi. Sono un sacco indietro tecnologicamente. Mi manca solo di assumere uno scriba. 

vecchiamacchinadascrivere_ilpuntodilello

Disponibilità di tempo illimitata: non ce l’ho. Eh, no, questa proprio non ce l’ho. Cioè, il tempo c’è, però ogni tanto c’è un folletto che mi viene a chiedere di giocare ai pompieri, di leggere un libro sui pompieri, di raccontargli una storia sui pompieri o di giocare ai Playmobil (ovviamente dei pompieri). E come si fa a dire di non a certe proposte? D’altra parte se un comune mortale si prende due settimane di ferie con la famiglia non è che può passare il tempo a farsi i fatti propri. Come cacchio fanno quelli che scrivono libri per davvero? Lo fanno da single? No, magari il discorso è che con i proventi delle vendite del libro si comprano la mega villa in California e tanti saluti a tutti. E allora anche la famiglia ti può perdonare…

Porca miseria… sono senza speranza! Non ho neanche iniziato e già mi trovo in difficoltà. Sono bloccato sui requisiti minimi, non posso procedere. Ho già il blocco dello scrittore.

Oh, cacchio: il blocco dello scrittore non lo ha mica il fruttivendolo o il macellaio. Loro al massimo avranno il blocco del fruttivendolo e quello del macellaio. Quello dello scrittore lo ha lo scrittore. Punto!  E se io ce l’ho vuol dire che… vuol dire che sono uno scrittore!!!!

Evvvvvaaaaaaaaaaaaaaaaiiiiiiiiiiiiiiiii!!!

N.B. Il primo che mi contesta che il gomito del tennista non lo hanno solo i tennisti finisce male…

2009-06-09-280_blocco

(Fonte: www.quiff.it)

Annunci

7 pensieri riguardo “Se ho il blocco dello scrittore… sono uno scrittore?

  1. Ciao, anch’io ogni tanto ho il blocco dello scrittore, ma cerco di sbloccarmi distraendomi e funziona: esco, sto con gli altri, parlo del più e del meno, mi faccio quattro risate. Se non mi passa conosco un’altra soluzione: gli scarabocchi. Prendo un foglio e lo scarabocchio. Da qualche parte ho letto che aumenta la creatività. Io l’ho provato e funziona. E’ brutto avere il blocco dello scrittore e ti capisco.

    Mi piace

    1. In effetti penso che sia come quando non si riesce a dormire. Più ci si prova e più si continua a non dormire. Invece magari distraendosi con un libro o altro poi si riesce a raggiungere l’obiettivo. E con il tuo metodo, male che vada, si impara a disegnare e si fa muovere il mercato dei bloc notes 🙂
      Un abbraccio

      Mi piace

  2. Ciao Caro Lello… è da un po’ che non ti scrivo, ma i tuoi articoli sul Blog li leggo sempre. Questo commento è per dirti che qui procede tutto bene e che anch’io ogni tanto ho il blocco dello scrittore… Anch’io come te ho un libro da scrivere e solo perché mi sembra interessante lasciare una testimonianza, una traccia del mio desiderio … Desiderio sì perché forse i desideri si realizzano di più dei sogni … fosse anche solo dovuto all’opera della fisica quantistica ahahahah Ti abbraccio e ti auguro buone vacanze … ❤
    Selina Martinello

    Mi piace

    1. Ciao Selina, che piacere ri-leggerti! Temevo mi avessi abbandonato 🙂 Inutile dirti che ti chiedo fin da ora di avvisarmi quando il tuo libro sarà terminato perché sono molto curioso di leggerlo. Guardiamo il lato positivo: non abbiamo contratti da rispettare e che ci obbligano a rispettare delle scadenze, altrimenti saremmo fregati. Per quanto, per qualche centinaio di migliaia di euro qualche idea in un modo o nell’altro me la farei venire 🙂 Adesso ti aggiungo su g+ così ci sentiamo.
      Buone vacanze, un bacione e grazie della tua consueta gentilezza.

      Mi piace

    1. Grazie mille della segnalazione! 🙂 In realtà per ora non sono al blocco, era solo uno scherzo per dire quanto mi vedo diverso dallo stereotipo di scrittore offerto da certi film, ma in ogni caso il blocco prima o poi arriva, quindi grazie ancora 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...