Tortiglioni piccanti gratinati con salsa di formaggio alla paprika


Era da un po’ che volevo pubblicare la ricetta dei tortiglioni piccanti gratinati con salsa di formaggio alla paprika e speck. Visto che mi è venuta voglia di rifarla colgo l’occasione per proporvela.

Si tratta di un piatto semplice, abbastanza rapido da preparare e che si presenta anche bene.

Tortiglioni piccanti gratinati

Questa volta voglio fare una cosa diversa e darvi le dosi per una persona. D’altra parte, quando vedo scritto “dosi per quattro persone” mi viene da pensare “Vale se mangio per quattro?“, “Per legge non posso farla solo per me?“.

Anzi, voglio fare una manifestazione in favore di chi mangia da solo e ha diritto di non essere discriminato e di coccolarsi! E che cacchio!

Dosi per 1 persona:

  • 80 gr di tortiglioni
  • 2 fette di speck
  • latte / latte di riso qb
  • burro / margarina qb
  • parmigiano qb
  • paprika qb
  • olio EVO 2 cucchiai
  • peperoncino qb

Avrete notato che, al di là della pasta e dello speck, non vi indico quantità precise: il motivo lo scoprirete tra poco. Ho messo anche le alternative per chi preferisce non consumare proteine del latte: in tal caso un parmigiano 36 mesi sarà perfetto.

Mettete a bollire l’acqua per la pasta (con poco sale) e nel frattempo, in una padella, mettete l’olio con del peperoncino in modo che il tutto si insaporisca, gestendone la quantità in base ai vostri gusti. Una volta fatto, tenete la padella da parte.

Preparate la salsa al formaggio mescolando in un pentolino a fuoco basso il burro (o la margarina), un po’ di farina setacciata ed aggiungendo gradualmente il latte (o il latte di riso) e poi il formaggio. Insomma, il procedimento è un po’ quello della besciamella, tenendo presente che se usate il latte di riso il risultato sarà leggermente più dolce. Una volta pronta la salsa io aggiungo un po’ di paprika (magari dolce, visto che c’è già il peperoncino ad insaporire la pasta), che offre anche un po’ di colore.

NON salate assolutamente: nella salsa c’è già una quantità tale di parmigiano che garantisce la giusta sapidità anche per la pasta.

Attenzione: poiché il tutto verrà servito direttamente sul piatto è necessario che la salsa sia abbastanza densa, altrimenti quando toglierete la pasta dal forno e lo servirete, tenderà a spandersi ovunque. Quindi, il mio consiglio è: aggiungete il formaggio ed assaggiate in modo da raggiungere il gusto che più vi piace e poi bilanciate la densità con la farina. Ecco perché non vi lascio indicazioni sulle quantità degli ingredienti: la preparerete in base ai vostri gusti.

Buttate la pasta e nel frattempo passate in padella lo speck in modo da renderlo leggermente croccante, ma non troppo, perché poi andrà anche in forno. Prendete un coppa pasta, mettetelo su una teglia con della carta da forno ed invece di stare ad oliarlo o imburrarlo (cosa che darebbe comunque sapore allo speck) foderatene l’interno con uno strato di carta da forno e fatevi aderire uno strato di speck.

Scolate bene la pasta più o meno a metà cottura, saltatela sul fuoco nella padella con l’olio piccante in modo da farla insaporire e poi, armati di pazienza, disponete i tortiglioni in piedi a riempire il coppa pasta. Tenerli indietro di cottura è essenziale sia perché poi termineranno la cottura in forno, sia perché altrimenti non riuscireste a farli stare in piedi in questa fase.

Una volta ultimata la sistemazione della pasta, versatevi sopra la salsa al formaggio in modo che entri bene nei tortiglioni. Dopo di ché, aggiungete qualche ricciolo di burro (o margarina), una spolverata di parmigiano ed infornate per circa 15 minuti a 180°C. Quando vedrete che si è formata la crosticina sopra la pasta allora il piatto sarà pronto.

Ovviamente, usando una tortiera anziché un coppa pasta, il tutto può essere preparato in dose da più persone, come una teglia di pasta al forno.

Non è affatto un piatto light: è più che altro una coccola. Che a me piace da morire.

Annunci

6 pensieri riguardo “Tortiglioni piccanti gratinati con salsa di formaggio alla paprika

  1. sono pienamente d’accordo con te ecco perché pur essendo sposata e con figlio ho comprato alcuni libri sulle ricette per single che vogliono coccolarsi. Poi peró mi sono fermata a riflettere… ma i single si coccolano con piatti diversi? 😀 Ma soprattutto…. perché le ricette suggerite per i single sono sempre molto facili e veloci? Essendo single non dovrebbero avere molto piu’ tempo da poter dedicare alla cucina? 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...