La Nazionale specchio del Paese

Premessa: questo non è un post calcistico.

Voglio solo prendere spunto da quanto successo qualche giorno fa con la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia. Speravo che i litigi tra vecchi e nani panzoni che stanno portando il Mondo sull’orlo di una potenziale guerra nucleare potessero addolcire questa amara pillola da ingerire (ad uso e consumo di tutti coloro che siano dotati di ridotte capacità cognitive specifico che sto scherzando). Ed invece no. E allora tanto vale parlarne. 

Ne vale la pena, perché se ci pensiamo ci sono tanti aspetti della situazione della Nazionale che ci riportano a quello che noi vediamo ogni giorno nel nostro Paese.

titolo italia Continua a leggere “La Nazionale specchio del Paese”

Annunci

Ma quale umiliazione???

Premetto che questo è un post solo in apparenza calcistico. Perché il calcio, come sport, è anche un modo per parlare di una mentalità, di come si affronta la vita, di come si vuol vivere.

Anche i sassi a quest’ora sanno della sconfitta della Roma, che ieri sera ha preso 7 pere dal Bayern Monaco. Certo, un bel risultato e non nego di aver sorriso ieri mentre il cellulare aggiornava il pallottoliere. Ma quello che non mi fa sorridere è quando si parla di “umiliazione”. Perché ieri sera non c’è stata nessuna umiliazione!

Eurosport Continua a leggere “Ma quale umiliazione???”

Come sopravvivere ai Mondiali

Da ieri sera ci siamo immersi nel clima Mondiale, con somma goduria di chi non ne vedeva l’ora e buona pace di chi ne avrebbe fatto francamente a meno.

Già, perché alla fine gli schieramenti sono abbastanza netti, senza considerare una piccola quota di persone che restano tutto sommato indifferenti all’evento. Ma al di là di questo, anche per chi attendeva in gloria il torneo c’è motivo di preoccupazione.

E siccome un mesetto non è tanto, ma non è neppure poco, ecco qualche consiglio su come sopravvivere ai Mondiali di calcio brasiliani. FIFA_World_Cup_2010_Logo Continua a leggere “Come sopravvivere ai Mondiali”

Ammazzatevi voi!

Come dico spesso, noi italiani siamo un popolo strano. Ma forse, in questo caso, sarebbe meglio specificare che ad essere strani sono certi individui che si definiscono tifosi” (?) di calcio.

Cosa succede se la tifoseria del Verona auspica un risveglio del Vesuvio per liberarsi della controparte napoletana? Si fa fronte comune nel dire che si tratta di beceri ignoranti. E se un gruppo di supporter della Fiorentina si fa ritrarre con una simpatica maglietta celebrativa dei 39 tifosi juventini morti nella tragedia dell’Heysel? Sicuramente siamo tutti d’accordo nel dire che facendosi fotografare di spalle ci hanno mostrato il loro vero volto.

striscioni_offensivi_ilpuntodilello

Qualche esempio di intelligenza calcistica allo stadio

E se i tifosi milanisti ricordano garbatamente il tentativo di suicidio di Pessotto? Per carità, diciamo tutti che è una cosa disgustosa. Senza parlare dello striscione juventino sulla tragedia di Superga: siamo d’accordo nel definirlo vomitevole.

Ma c’è qualcosa che non mi quadra in tutto ciò. Continua a leggere “Ammazzatevi voi!”

Italiani: navigatori, allenatori ed esperti di Diritto Canonico

Il prossimo che dice che noi italiani siamo un popolo di allenatori di calcio, perché al bar ne parliamo tutti come se fossimo grandi esperti, lo fulmino.

Non perché non abbia ragione, ma perché deve precisare che siamo “allenatori ed esperti di Diritto Canonico“.

Sì, perché dopo la notizia bomba di ieri sulle “dimissioni” del Papa è tutto un fiorire di commenti che vanno oltre il parere personale, rientrando sul “deve partecipare al Conclave”, “non deve partecipare”, “sarà Cardinale”, “non sarà Cardinale”, “ha il diritto di rinunciare”, “non poteva rinunciare”, ecc ecc.

Fermo restando che sulla possibilità di rinunciare al pontificato il Diritto Canonico parla chiaro, per il resto mi chiedo: perché sentiamo l’irrefrenabile voglia di parlare anche di cose che non conosciamo e che sono non soltanto estremamente specifiche (come, appunto, il Diritto Canonico) ma in gran parte assolutamente non previste da alcuna normativa (secondo voi c’è scritto da qualche parte che il Papa può/non può partecipare al Conclave se, di norma, questo si candida a Papa morto???)?

Quindi, da domani, si prega di prendere nota che alla voce “italiani” si dovrà specificare: “popolo di Santi, artisti, navigatori, allenatori di calcio ed esperti di regolamenti della Santa Sede“.