Per la Chiesa è meglio tacere che denunciare.

Piano piano sono arrivato al centesimo post. E sinceramente mi immaginavo di dedicarlo ad argomenti leggeri, magari raccontandovi del libro che da anni cerco di portare avanti e che prima o poi vorrei riuscire a terminare. Roba così, senza impegno.

Però poi arriva il Cardinale Bagnasco: “La Chiesa non denuncia i preti per tutelare le vittime degli abusi“. E da quando ho sentito queste parole, gira e rigira il pensiero torna sempre lì, a questo ragionamento assurdo in base al quale denunciare un reato gravissimo sarebbe peggio che far passare tutto sotto silenzio. Meglio tacere che denunciare. E a me girano le palle.

 Cardinale Angelo Bagnasco


Cardinale Angelo Bagnasco

Continua a leggere “Per la Chiesa è meglio tacere che denunciare.”

Annunci

La Chiesa balla… da sola.

Questo post lo scrivo di getto e sarà molto “telegrafico”. Forse nelle prossime ore avrò modo di rifletterci maggiormente, ma preferisco scriverlo adesso, “caldo caldo” di notizia. E perplesso. Molto perplesso.

Prima lascio spazio alla notizia, ed al relativo video, che potete vedere QUI. La notizia è quella di un flash mob, un raduno un po’ particolare (ecco qui altre spiegazioni) organizzato da preti e suore per danzare insieme ai giovani e riavvicinarli alla Chiesa.

Andiamo dove sono i giovani – dicono i frati – per far conoscere loro il Signore“.

Ecco, io in questo momento non so come prendere la notizia… ma mi viene da incazzarmi. E pure tanto.

Per carità, bello vedere frati e suore che ballano e che fanno vedere ai giovani che andare in Chiesa non è palloso (io non penso che sia palloso, sia chiaro, ndr) e ci si può divertire. Bello vedere il lato “giovane” della Chiesa. Bello.

Quello che non è “bello”, secondo me, è vedere che, a quanto pare, parte della Chiesa non ha ancora capito il perché la gente si allontana.

Perché se lo avesse capito avremmo frati, preti e suore che organizzerebbero manifestazioni contro i loro colleghi che molestano i bambini. Farebbero questo e smetterebbero di evitare ogni commento, ogni presa di posizione. Questo allontana la gente. Non la noia.

Ma loro ballano… e con loro balla la Chiesa. Che però, citando il film di Bertolucci, così facendo, rischia di ballare da sola.

Lettera aperta a don Corsi

Lo spirito del Natale mi pervade ancora tanto quanto i postumi delle sbronze gastronomiche e quindi mi dispiace chiudere i post del 2012 parlando di don Piero Corsi. Ma, d’altra parte, come si può rimanere insensibili di fronte ad un tale oltraggio alle donne, all’intelligenza umana, ai  valori reali della Chiesa?

Cosa penso della Chiesa l’ho già detto in un altro post, ma questa volta voglio scrivere una lettera al diretto interessato.

Caro don Corsi,

non ci conosciamo e sinceramente lo preferisco. Finora ho già avuto modo di conoscere abbastanza persone dalla morale discutibile e quindi preferirei non aggiungerne altre. Non ora. Continua a leggere “Lettera aperta a don Corsi”

Il diavolo travestito da iPhone 5

Sono grato all’amico Nicola (www.nicolacarmignani.it) che, nel giorno in cui il tribunale parigino condanna la rivistaiphonedevil_ilpuntodilello Closer per le foto delle tette di Kate, grazie ad un suo tweet mi offre un interessante spunto di riflessione.
La notizia è molto simpatica e riguarda il giudizio espresso da Avvenire sull’iPhone 5: “Dispositivi come il nuovo iPhone sembrano realizzare il sogno prometeico di un controllo della realtà attraverso la tecnologia. E, in un mondo il cui il pensiero dominante tende a rifiutare la religione in nome della ragione, paradossalmente riaccendono la fiducia nella magia“.
Premessa: sono di estrazione cattolica, sono stato battezzato, ho fatto la comunione, la cresima, sono stato dai Salesiani e mi sono sposato in Chiesa. La stessa cosa (tranne i Salesiani) vale per i miei genitori e varrà (presumo) per mio figlio.
Detto questo, giusto per chiarire la mia posizione nei confronti della Chiesa come “istituzione”, il commento che mi viene è: siamo sicuri che qualcuno non abbia confuso il lancio di un telefono con l’avvento dell’anticristo? Continua a leggere “Il diavolo travestito da iPhone 5”