Di cornetto e cornuti

Io sono cresciuto (anche in larghezza) mangiando il cornetto Algida, o meglio divorando la cialda di cioccolato e nocciole e sopportando la panna grazie al cono nell’attesa del finale cioccolatoso. Che godimento.

Purtroppo, mi sa che questo rapporto amoroso si interromperà visto che l’Algida sembra essere passata dall’occuparsi di cornetti al pagare i cornuti. 

cornetto-620x264


Continua a leggere “Di cornetto e cornuti”

Annunci

Ma voi le capite le pubblicità?

Domanda: voi le capite le pubblicità?

Perché io mi chiedo spesso se è un mio limite il fatto di non capirne il significato, il messaggio, oppure alcune non hanno senso. O ancora: sono talmente sottili questi messaggi da non essere decifrabili da tutti? In soldoni, fosse così, i pubblicitari starebbero rubando lo stipendio. 

Il mondo degli spot è sempre stato molto divertente, basta pensare agli innumerevoli spot sui problemi di incontinenza, prodotti per emorroidi e simili, che sono tutte impostate sullo stesso sfondo: caffè tra amiche. Una inizia a lamentare dolori, l’altra le propone di curarli rimettendo il sellino sulla bicicletta, mentre quella saggia tira fuori il pacco da 150 assorbenti dalla sua pochette (che funziona come il gonnellino di Eta Beta o la borsa di Mary Poppins) o la pomata in barattolone da 5 kg tipo integratore da bodybuilder.

Il mio tallone di Achille sono le pubblicità dei profumi.Frame22 Continua a leggere “Ma voi le capite le pubblicità?”

Sessofobia e pubblicità

La storia si ripete.

All’inizio del XVIII secolo si concluse la caccia alle streghe ma oggi finalmente abbiamo la possibilità di dilettarci con una nuova caccia: quella al sesso. Al rogo qualunque uomo osi definirsi tale e auspicare di fare una famiglia con una donna. Sia arsa viva quella donna che, secondo strane voci nel villaggio, affermi di essere l’unica in grado di generare una prole.

Al rogo, al rogo!!!

Nel solito clima da bempensanti che caratterizza il nostro Paese, quel clima in cui chiunque può pestare i piedi degli italiani ma nessun italiano deve azzardarsi a proferire parola sugli ospiti, ecco che mancava proprio una bella scarica di sessofobia. Continua a leggere “Sessofobia e pubblicità”

Renzi: vogliono farlo fuori con la burocrazia

Giuro, io vorrei parlare anche di altre cose e non solo di politica, ma quello che succede in questi giorni non può non essere commentato. E tanto stanno facendo a sinistra che alla fine uno per forza prende Renzi in simpatia. 

Cosa penso di Renzi l’ho già detto, ma quello che sta succedendo in queste ore me lo rende ancora più simpatico.

Succede che per una pubblicità fatta sulla carta stampata e che invita solo ad andare a votare (non a “votare per Renzi”, ma a “votare”!) gli altri 4 amici al bar (Bersani, Vendola, Tabacci, Puppato) hanno presentato un esposto ai garanti contro di lui per “palese violazione del codice di comportamento dei candidati e dei principi regolamentari” (Fonte TgCOM24).

Perché mi sta simpatico?

Intanto perché gente che ha preso l’1,4% (Tabacci) o il 2,6% (Puppato) e quindi non è neanche in grado di poter partecipare ai giochi delle alleanze dovrebbe fare a tutti la cortesia di tacere. Continua a leggere “Renzi: vogliono farlo fuori con la burocrazia”