Quando ci contendevamo Moser e Saronni

Domani compirò 40 anni ed in questi giorni in cui mi trovo nel posto in cui ho trascorso la quasi totalità delle 40 estati vissute osservo i cambiamenti che sono avvenuti nel tempo.
E non mi riferisco solo al fatto che quando avevo 15 anni ed andavamo in paninoteca con 5.000 lire ci servivano un cheeseburger con patatine fritte e salsa mentre ora, nella stessa paninoteca, il solo cheeseburger costa 5,50 €.

palline
Continua a leggere “Quando ci contendevamo Moser e Saronni”

Annunci

Niente dieta. Grazie a Frank Underwood!

Stavamo pranzando e mia moglie mi ha detto: “Ho visto un’offerta per un vogatore, quasi quasi te lo prendo. Perché non ho voglia di metterti a dieta“.

Di solito su queste frasi i film finiscono e lasciano tutto in sospeso. Se fosse una serie televisiva, sarebbe la perfetta ultima scena del finale di stagione.

Ma come siamo arrivati fino a questo punto? 

bivio_ilpuntodilello2 Continua a leggere “Niente dieta. Grazie a Frank Underwood!”

5 ottimi motivi per pagare il canone RAI

Anno nuovo, canone vecchio. Mi riferisco al canone RAI, che come ogni anno ci troviamo a pagare. Oddio, non tutti, visto che puntualmente salta fuori la querelle sul pagare/non pagare. Ma io mi appresto a risolvere ogni discussione alla radice, elencandovi 5 ottimi motivi per correre subito a pagare il bollettino del Canone RAI. Continua a leggere “5 ottimi motivi per pagare il canone RAI”

Mennea e lo sport che non c’è più

Come, immagino, molte altre persone sono rimasto sorpreso dalla notizia della morte di Pietro Mennea, primatista dei 200 metri dal 1979 al 1996 e oro alle olimpiadi di Mosca.

In questi casi si dice spesso “grande uomo prima ancora che grande sportivo” e sicuramente si tratta di parole ottimamente spese per Mennea. Ancor di più se si pensa a come sono cambiati, nel tempo, i valori associati allo sport ed i comportamenti di chi lo sport lo vive in prima persona, da personaggio sotto i riflettori.

Ecco, di molti sportivi oggi si può dire che siano “grandissimi sotto i riflettori prima ancora che sul campo”. E l’accezione non è certo positiva. Continua a leggere “Mennea e lo sport che non c’è più”